Condizioni di utilizzo

1. Premessa

Le presenti condizioni regolamentano il rapporto tra gli utenti di e-POS (di seguito «cliente») e BANK-now AG (di seguito «banca»). Esse si applicano ai clienti e a tutti i procuratori del cliente (collaboratori dell’impresa, ecc.). Il cliente è responsabile del fatto che ogni procuratore conosca e rispetti le presenti condizioni.

2. Accesso ai servizi e-POS

2.1 Ottiene l’accesso ai servizi e-POS chiunque si registri legittimamente per l’utilizzo tramite immissione (1) dell’identificativo dell’utente, (2) della sua parola d’ordine personale liberamente definibile (cifre, caratteri o combinazione) e (3) del terzo criterio di sicurezza o di legittimazione. A seconda del criterio di legittimazione scelto dal cliente e del criterio offerto o accettato dalla banca si passa al terzo livello di sicurezza tramite: 

  • SecurID o 
  • certificato o 
  • numero di transazione mobile mTAN oppure 
  • altri mezzi di legittimazione proposti e/o accettati dalla banca.

I criteri di legittimazione qui indicati possono essere integrati o modificati dalla banca in qualsiasi momento. Il cliente o ogni suo procuratore ha la facoltà di sostituire o cambiare in qualsiasi momento in modo informale i criteri di legittimazione offerti e accettati dalla banca.

2.2 Il cliente o ogni suo procuratore è tenuto a modificare la prima parola d’ordine attribuitagli dalla banca subito dopo averla ricevuta. La modifica periodica della parola d’ordine è vivamente consigliata.

2.3 Chi si legittima ai sensi del punto 2.1, per la banca vale come avente diritto all’utilizzo dei servizi e-POS. La banca può pertanto accettare da costui ordini e comunicazioni nell’ambito e per l’entità dei servizi offerti, indipendentemente dal rapporto contrattuale del procuratore con il cliente e salvo quanto diversamente disposto sui documenti delle firme della banca e senza ulteriore verifica della sua autorizzazione. La banca ha tuttavia il diritto di rifiutare in qualsiasi momento, senza addurre motivi, l’accesso alle informazioni e l’accettazione di istruzioni, ordini e comunicazioni e di esigere che il cliente o il procuratore si legittimi in forma diversa.

2.4 Il cliente accetta senza riserve tutte le istruzioni, gli ordini e le comunicazioni che pervengono alla banca nello svolgimento dei servizi e-POS, come se fossero redatte e autorizzate dal cliente o dal suo procuratore.

3. Obblighi di diligenza dell’utente e-POS

3.1 cliente e i suoi procuratori sono tenuti a mantenere segreti tutti i criteri di legittimazione (cfr. punto 2.1) e a proteggerli contro l’abuso da parte di persone non autorizzate. In particolare, dopo la loro modifica (punto 2.2) le parole d’ordine non possono essere annotate o memorizzate senza protezione sul terminale del cliente. Il cliente si assume tutti i rischi derivanti dalla rivelazione dei criteri di legittimazione suoi o dei suoi procuratori. Il cliente risponde di tutte le conseguenze risultanti dall’uso, anche abusivo, dei criteri e dei codici di legittimazione suoi o dei suoi procuratori.

3.2 Il cliente e i suoi procuratori sono tenuti a spiegare ai loro partner contrattuali i rischi dell’applicazione Internet e-POS illustrati nelle presenti condizioni.

3.3 Il cliente e i suoi procuratori sono tenuti (1) a raccogliere con cura e confidenzialità tutte le informazioni ottenute dai loro partner contrattuali (locatari di leasing e/o beneficiari del credito) e necessarie alla banca, (2) a inoltrarle alla banca e (3) – in caso di necessità di loro conservazione – a custodirle. Le informazioni dei partner contrattuali non più necessarie al cliente o ai suoi procuratori e alla banca devono essere distrutte.

3.4 Laddove l’applicazione e-POS richiede l’intervento diretto del partner contrattuale, il cliente o i suoi procuratori sono tenuti a garantirlo. In particolare, l’utente deve confermare che il partner contrattuale ha fornito l’informazione da lui richiesta in tale settore e ha confermato personalmente che i dati riguardanti la sua persona e la sua situazione finanziaria sono stati inseriti in modo veritiero.

3.5 Per l’utilizzo dell’applicazione e-POS il cliente è tenuto – nella misura in cui l’hardware non venga messo a disposizione dalla banca – a fornire hardware con sufficiente potenza e funzionalità.

4. Sicurezza nell’e-POS, esclusione della responsabilità della banca

4.1 Nonostante l’adozione di misure di sicurezza che rispondono alle tecnologie più avanzate non è possibile garantire una sicurezza assoluta sia per la banca sia per il cliente. Pur essendo una componente del sistema, il terminale dell’utente sfugge al controllo della banca e può pertanto diventare un punto debole del sistema. Nonostante tutte le misure di sicurezza adottate, la banca non può assumersi la responsabilità per il terminale e le reti del cliente, in quanto impossibilitata per ragioni tecniche (sui rischi, cfr. punto 4.2). È importante che l’utente si serva unicamente di software provenienti da fonti affidabili.

4.2 Il cliente prende atto in particolare dei seguenti rischi. 

  • La conoscenza insufficiente del sistema e misure di sicurezza carenti al terminale e alle reti del cliente possono facilitare l’accesso abusivo (p.es. memorizzazione dei dati sul disco fisso non sufficientemente protetta, trasferimenti di file, emissione di raggi, ecc.). Il cliente è tenuto a informarsi esattamente sulle misure di sicurezza necessarie. 
  • Sussiste il pericolo latente che persone terze possano procurarsi, inosservate, l’accesso al terminale o alla rete del cliente durante l’utilizzo dei servizi e-POS (p.es. Java o applicazioni ActiveX). 
  • Durante l’utilizzo di una rete (p.es. Internet), sussiste il pericolo della diffusione di virus nel terminale in seguito al collegamento con sistemi esterni. I cosiddetti scanner di virus possono aiutare il cliente nell’adozione di misure di sicurezza. 

4.3 Il cliente e i procuratori prendono atto del fatto che per motivi di sicurezza il collegamento tra la banca e il cliente o i suoi procuratori viene interrotto dopo un determinato intervallo di tempo e che i dati non memorizzati vanno persi se durante tale intervallo di tempo non vengono inseriti dati durante una sessione. La banca non assume alcuna responsabilità per i dati che in tal modo vanno persi e per qualsiasi onere da ciò derivante.

4.4 La banca si riserva di correggere, in caso di errori dell’applicazione e-POS, gli ordini del cliente o dei suoi delegati.

4.5 La banca non fornisce alcuna garanzia dell’esattezza e della completezza dei dati e-POS messi a disposizione del cliente. I dati e-POS non costituiscono un’offerta vincolante, a meno che non siano stati esplicitamente designati come tale.

4.6 È esclusa qualsiasi responsabilità della banca per danni occorsi al cliente o ai suoi procuratori in seguito ad errori di trasmissione, difetti tecnici, sovraccarico, interruzioni (incl. lavori di manutenzione al sistema), guasti o interventi illeciti agli impianti di telecomunicazione e delle reti o in seguito ad altri disguidi imputabili ai gestori degli impianti e delle reti.

4.7 La banca esclude inoltre esplicitamente qualsiasi responsabilità per hardware da essa eventualmente fornito. Rispetto all’hardware summenzionato, la banca non si assume neppure alcuna responsabilità di garanzia o assistenza ai clienti. La banca non si assume alcun costo relativo a guasti dell’hardware da essa fornito.

4.8 Se si dovessero constatare rischi in materia di sicurezza, la banca – in tutela degli interessi dell’utente – si riserva il diritto di interrompere in ogni momento i servizi dell’e-POS fino all’eliminazione di tali rischi. La banca non risponde di eventuali danni dovuti a questa interruzione. L’hardware eventualmente messo a disposizione dalla banca incluso SecurID deve essere immediatamente restituito (hardware) o rispedito (SecurID) alla banca al termine del presente contratto – relativamente al SecurID anche se un procuratore smette di lavorare per il cliente. In caso contrario la banca è autorizzata ad addebitare le relative spese al cliente.

4.9 È esclusa la responsabilità della banca per danni occorsi al cliente per inadempienza degli impegni contrattuali verso terzi nonché per danni indiretti o conseguenti, quali utili non realizzati o pretese di terzi.

4.10 In caso di colpa lieve, la banca non risponde dei danni causati dai suoi ausiliari nell’esercizio della loro attività.

5. Blocco

La banca si riserva il diritto di bloccare l’accesso del cliente e/o di uno o di tutti i procuratori a singoli o a tutti i servizi in qualsiasi momento e senza indicarne i motivi salvo preventiva disdetta e/o comunicazione, in tutti i casi in cui a sua discrezione per motivi materiali lo ritenga opportuno.

6. Segreto bancario

Il cliente prende inoltre atto che i dati sono trasmessi attraverso una rete aperta, liberamente accessibile a tutti (per es. Internet). I dati vengono trasmessi regolarmente oltre frontiera senza essere sottoposti ad alcun controllo. Questo vale anche per la trasmissione di dati fra mittenti e destinatari residenti in Svizzera. I singoli pacchetti di dati vengono trasmessi in forma codificata. Tuttavia, il mittente e il destinatario non sono codificati. Questi possono essere intercettati da terzi che di conseguenza hanno la possibilità di risalire all’esistenza di una relazione bancaria.

7. Outsourcing di settori aziendali

La banca si riserva di esternalizzare interamente o parzialmente a terzi singole funzioni e servizi (p.es. gestione e manutenzione di sistemi informatici) in Svizzera o all’estero (outsourcing).

8. Divieto di utilizzo dall’estero

Il cliente o i suoi procuratori prendono atto del fatto che l’utilizzo dei servizi e-POS dall’estero non è consentito.

9. Modifica del contratto

La banca si riserva il diritto di modificare in qualsiasi momento le presenti condizioni e la gamma dei servizi e-POS. Tale modifica viene comunicata al cliente e ai suoi procuratori per iscritto o in altra forma adeguata all’ultimo indirizzo comunicato dal cliente e si intende approvata in mancanza di contestazione scritta entro il termine di un mese dalla comunicazione, ma in ogni caso con il successivo utilizzo dei servizi e-POS.

10. Scopi di marketing

Il cliente o il procuratore accetta che la banca elabori i dati del cliente provenienti da e-POS per i propri scopi di marketing.

11. Disdetta

Il contratto e-POS può essere disdetto in qualsiasi momento per iscritto da entrambe le parti. Il cliente inoltra la sua disdetta alla sede/succursale della banca che gestisce il conto o al responsabile clientela competente.

12. Regolamentazione delle spese

La banca si riserva il diritto di introdurre in qualsiasi momento delle spese per i suoi servizi o di modificare quelle esistenti.

Sigla editoriale

Il proprietario e gestore di questo sito web è BANK-now SA.

Sede legale della società
BANK-now SA
Neugasse 18
CH-8810 Horgen

Presidente del Consiglio di amministrazione
Marco Illy

CEO
Erich Wild

Dati non validi o mancanti

Tutti i campi colorati devono essere compilati.